Like & Share


La settimana dell’Immacolata Concezione fa scattare ufficialmente il via al Natale. Se fino al 7 Dicembre hai la percezione che il Natale sia una cosa sì prossima ma ancora lontana da te, l’8 Dicembre invece ,non solo lo avverti ma hai anche già l’istinto di fare colazione col pandoro avanzato. A partire dai messaggi riciclati ormai da anni sui gruppi Whatsapp con tanto di “Buon Immacolata” e alberi di Natale che da quel giorno in poi inonderanno le bacheche di tutti. Anche la tua, non sperare di essere immune come i ballerini di Amici dopo che hanno convinto quell’osso duro chiamata Celentano. Non si scappa. Sapremo esattamente di che forma, colore e dimensioni sono gli alberi di tutti.

In questa settimana, anche il calcio entra in clima natalizio e di regali. E quale regalo migliore per un calciatore secondo voi se non il pallone d’Oro? E chi poteva vincerlo anche stavolta? PerRisultati immagini per ronaldo pallone d'oro la quinta volta in carriera, scontato più dell’ennesima sconfitta del Benevento in campionato, il premio va a Cristiano Ronaldo. Al secondo posto, dietro all’inarrivabile portoghese si è piazzato Daniele Bossari, seguito poi sul gradino più basso del podio da Salah il contorsionista di “Tu si que vales”. Scherzo, ovviamente i soliti Messi e Neymar ma riflettevo sul fatto che questa settimana abbia assegnato vincitori e premi un’po ovunque. A Somma Vesuviana si assegnerà credo il premio miglior produttore di stoccafisso. Non sarà importante come il pallone d’Oro ma almeno qui non sappiamo già da un anno che sarà Crisitano Ronaldo a vincerlo. Anche se siamo sicuri che avrebbe talento pure in questo…
Ma è stata anche la settimana dei verdetti Champions per le squadre italiane impegnate in Europa. Juventus e Roma, che erano già con un piede e mezzo agli ottavi, hanno fatto il loro dovere e portato a casa la qualificazione. Discorso a parte per il Napoli. Diciamolo subito, le probabilità del Napoli di superare il turno erano le stesse che ognuno di noi ha di attraversare le feste natalizie senza prendere nemmeno un chilogrammo in più sul giro vita. Nonostante Guardiola avesse manifestato la sua volontà di onorare con professionalità la competizione europea fino alla fine, era evidente che in Ucraina, a temperature in cui persino i pupazzi di neve si vanno a mettere accanto al camino, i giocatori del City erano lì solo perchè costretti. Avevano il broncio tipico dei bambini che vengono fregati dalla madre che li porta dal dentista dopo che invece gli avevano promesso Disneyland. Ma la tragedia si è consumata a poche ore dalla partita. Che il Napoli avesse avuto poche possibilità era noto. Ma che al giorno successivo, esattamente Giovedì 7 Dicembre, il quotidiano “Libero” va in stampa con tanto di titolo “Napoli: Salutame a soreta”, questo è troppo… Pensavo fosse uno scherzo. Pensavo addirittura di averlo scritto io e che per sbaglio mi avevano mandato in stampa senza darmi il tempo di modificare questo titolo poco simpatico. L’ironia va bene. Se è di buon gusto. Il giornale sarà anche Libero di nome e di fatto ma poteva fare una figura migliore. Detto questo, voglio però sottolineare che, seppur col Napoli “retrocesso” in Europa League, il calcio italiano è riuscito a portare alla fase eliminatoria tutte e 6 le squadre che avevano iniziato l’avventura europea. Nell’anno della non qualificazione al mondiale, prendiamoci almeno questo piccolo record che mancava comunque da diversi anni. Buon risultato a cui speriamo faccia seguito un sorteggio ancora migliore.

Migliore come poteva essere lo spettacolo che tutti noi amanti del calcio attendevamo questo weekend. Juventus – Inter o meglio, il derby d’Italia. Ora, che l’Italia non sia poi così un paeseRisultati immagini per derby d'italia pieno di rose e fiori ma al contrario ha i suoi bei problemi, lo sapevamo già. Ma generare un derby d’Italia noioso e inguardabile come voler rappresentare lo stato del calcio italiano, non ne sentivamo il bisogno. Mentre in Inghilterra la sfida scudetto United-City si è chiusa con un divertente 1 a 2 (a proposito, i giocatori del City poi dopo il dentista saranno andati davvero a Disneyland come premio, visto che ieri erano tornati felici e sorridenti…) noi qui assistiamo alle solite partite chiuse, tattiche e spezzettate. Che ti fanno venire la voglia che finisca presto allo stesso modo di quando aspetti la mezzanotte dell’ultimo dell’anno per poter finalmente smettere di guardare Gigi D’Alessio. Poi però scorri Facebook ed i suoi post di “buona fine e buon principio” o semplicemente ti arrivano 2000 messaggi di buon anno da persone che non sapevi nemmeno di avere in rubrica e quindi ti rituffi su Gigi D’Alessio che diventa anche più sopportabile al confronto. Però Gigi D’Alessio ha dalla sua che ogni anno porta sul palco grandi ospiti. Quest’anno farà intervenire i numeri uno. Solo gente che ha vinto premi e che ha dimostrato all’Italia e anche magari oltre i confini, di eccellere. Avremo quindi Daniele Bossari.

Oltre allo 0 a 0 tra Juve ed Inter, anche Roma e Napoli hanno prodotto lo stesso risultato finale nelle loro sfide contro rispettivamente Chievo e Fiorentina. Le migliori 4 squadre italiane, non hanno segnato nemmeno un gol in questo turno. Questo dato mi ha scaturito 2 pensieri immediatamente :
1) Al fantacalcio ci saranno tantissimi 0 a 0 dal momento in cui i migliori giocatori della serie A non hanno prodotto bonus
2) I giocatori non hanno whatsapp ne facebook. Loro non hanno visto nessun albero, nessun messaggio per l’8 Dicembre. Lo spirito e la gioia delle feste non li ha nemmeno sfiorati. Sono ancora nella noia del 7 Dicembre.

In effetti il Natale per loro arriverà a metà Gennaio. Avete capito bene. Non sono diventati Re Immagine correlataMagi, ma semplicemente quest’anno non ci sarà la sosta natalizia come gli anni scorsi. Giocheranno sempre per poi fermarsi a metà Gennaio. Un po’ come accade per i trenini del dopo mezzanotte del 31 Dicembre. In compenso però gli vogliamo dare atto, ai calciatori, di una cosa che ci fa piacere evidenziare. Quest’anno, nonostante abbiano offerto prestazioni opache, il campionato è davvero combattuto, con 5 squadre ( Inter, Napoli, Juventus, Roma e Lazio ) che sono tutte attaccate, vicinissime. Insomma…loro il trenino lo hanno già fatto partire. A me sta anche bene così. Un trenino con 20 giorni d’anticipo può anche essere divertente. Il problema è solo non farlo sapere a Gigi D’Alessio…

 

Salvatore Secondulfo

Like & Share

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *