30/05/2018

Caro diario,

mi appresto a salutare quest’anno scolastico, per me ricco e soddisfacente, in cui finalmente ho avuto la possibilità di esercitare un ruolo importante, di raggiungere l’obiettivo prefissato ovvero quello di insegnare, essere una docente, una prof a tutti gli effetti e sentirmi fiera di ciò. Ho dovuto allontanarmi da casa, dai miei affetti, dal mio piccolo mondo, soffrendo molto per ciò; credevo di non farcela, forse per una scarsa consapevolezza delle mie potenzialità invece…ho resistito, ce l’ho fatta!

La mia vittoria più grande senza dubbio i miei alunni, il mio punto di forza quando tentennavo, la mia gioia, le mie più grandi soddisfazioni derivano da loro, senza accorgersene mi hanno regalato il loro mondo, le loro fragilità e insicurezze ma soprattutto una grande voglia di leggerezza e spensieratezza. Allo stesso modo mi sono donata a loro con tutta me stessa, nel bene e nel male hanno conosciuto la prof Reale in toto, il mio bagaglio di esperienze, la mia vita, le cose che adoro fare ma soprattutto quelle che odio in piena sincerità e semplicità. Ricordo molto volentieri il giorno in cui, mentre ero impegnata a preparare delle lezioni, uno di loro mi scrisse: ” Prof c’è una cosa che ho sempre voluto dirle, che la stimo molto, per quello che ha passato e per avere avuto tutta quella forza di ricominciare, di avere “le palle” di venire da noi senza aver programmato nulla, per riprovarci, lei è veramente una persona molto forte…le vogliamo bene tutti prof veramente! Grazie per averci dato una lezione di vita”.

Ho provato ad infondergli l’amore per lo studio, la lettura perchè la cultura ci rende liberi di scegliere, di sperare, di lottare e credere nella forza dei propri sogni, delle proprie capacità. Il cammino di ognuno di noi può essere molto duro ma se lo si affronta col sorriso e con  perseveranza, il tutto si alleggerisce e permettiamo così anche alle cose spiacevoli di arricchirci e di riempirci. Chi non rischia, non vince! Chi non lotta, è sconfitto già in partenza! Essere liberi e folli non è affatto controproducente se si possiedono delle salde radici, punti di riferimento, sicurezze e prospettive.

“Arrivederci ragazzi!”

“Arrivederci Prof!”

Autore

Mariarca Reale
Mariarca Reale
"Sii sempre il meglio di ciò che sei sempre stata"

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *