Sono i maggiori esperti al mondo
di antiaging: fanno parte di
un board di specialisti, l’International
Antiaging Commission, che
studia le strategie più efficaci per rallentare
l’invecchiamento. Tra loro ci sono
genetisti, chimici, neurologi, oncologi e
nutrizionisti. Da poco hanno pubblicato
le Anti Aging Dietary Norms: le regole
indispensabili per mantenersi giovani a
tavola. In gran parte confermano le più
recenti intuizioni in materia di salute e
alimentazione, con alcune novità.

1 TAGLIA LE CALORIE

«Lo sappiamo
da tempo: ridurre del 20% circa le
calorie giornaliere è un’arma antiage. Gli
esperti del board hanno dimostrato la
ragione: la massa magra, che aumenta
quando dimagriamo, stimola la produzione
di sostanze chiave nella lotta
all’età, ovvero ormoni quali il glucagone
e il Dhea», chiarisce la dottoressa Sara
Ciastellardi, nutrizionista e omeopata
a Livorno, Grosseto e Pisa.
2 PUNTA SUI CIBI ANTIOSSIDANTI

«L’Antiaging Commission ha stilato
l’elenco degli alimenti indispensabili.
Oltre che il pomodoro, ricco di licopene,
gli specialisti evidenziano il ruolo dei
broccoli: assicurano amminoacidi, tra
cui l’arginina, efficaci per contrastare
i temibili radicali liberi perossilico e
ossidrile. Conferme arrivano sull’olio
extravergine di oliva, sui vegetali rossi
e arancioni, e sul frumento integrale»,
chiarisce la dottoressa Ciastellardi.
3 MANGIA PIÙ PROTEINE

Con il passare
degli anni si tende a ridurre l’apportoproteico,ma
è un errore. «Gli studi
del board dimostrano che aumentare il
consumo di proteine aiuta a mantenere
efficiente la muscolatura e stimola la
S produzione di collagene, indispensabile
per conservare la pelle elastica. Meglio
puntare su quelle magre della carne
bianca e del pesce: quella rossa può
avere effetto contrario», dice l’esperta.
4 CONSUMA CARBOIDRATI NON
RAFFINATI

Con i cereali integrali
scongiuri i picchi glicemici, responsabili
dell’infiammazione sistemica, da cui
può dipendere l’invecchiamento precoce,
e ti assicuri tante fibre: «Queste
ultime riducono la formazione degli Age
(Advanced Glycation End-products),
composti che contribuiscono al declino
cellulare», dice la nutrizionista.
5 FAI IL PIENO DI VITAMINA D

È indispensabile
per mantenere in salute
le ossa. «Ma il board si è concentrato
sull’azione antiage globale di questa
sostanza, che riduce molto il rischio di
malattie cardiovascolari e di diabete
e aumenta, quindi, l’aspettativa di vita.
Come assicurarsela? Esponendosi
regolarmente ai raggi del sole e consumando
alimenti che la contengano,
tra cui tuorlo d’uovo e pesci grassi (trota,
sgombro e salmone). Questi ultimi, poi,
sono ricchi di Omega 3, dalle proprietà
antinfiammatorie, che impediscono ai
geni coinvolti nei processi degenerativi
di attivarsi», spiega l’esperta.
6 BEVI ANCHE LONTANO DAI PASTI

L’acqua garantisce il rinnovamento
cellulare. «Nell’adulto servono circa
2-2,5 litri al giorno. Ma l’Antiaging Commission
spiega anche come dobbiamo
bere: l’apporto idrico va distribuito lungo
l’arco della giornata, cominciando
con un bicchiere appena svegli. Dobbiamo
bere anche se non abbiamo
sete: spesso lo stimolo arriva quando
l’organismo è già in riserva», conclude
la dottoressa Ciastellardi.

     Fonte
Stare Bene.

Donna umile, semplice, amante della vita e della scienza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *