Like & Share

Quando si pensa alle alternative al caffè, l’aglio è probabilmente una delle ultime cose che vengono in mente, ma è esattamente l’ingrediente che un inventore giapponese ha usato per creare un drink che avrebbe aspetto e sapore a quello del caffè. 

Il 74enne Yokitomo Shimotai, proprietario di una caffetteria nella prefettura di Aomori, in Giappone, afferma che il suo unico “caffè di aglio” è il frutto di un errore di cucina che ha fatto più di 30 anni fa, quando ha bruciato una bistecca e dell’ aglio, allo stesso tempo. Incuriosito dall’aroma dell’aglio bruciato, lo ha raccolto con un cucchiaio e mescolato con acqua calda. La bevanda risultante ricordava il caffè. Prendendosi nota mentale della sua scoperta, Yokimoto ha continuato con il suo lavoro e solo dopo essere andato in pensione ha ripreso le ricerche sull’aglio.

Impegnato per trasformare la sua bizzarra bevanda in un prodotto commerciale, Yokitomo Shimotai ha passato anni ad ottimizzare la formula e cinque anni fa ha finalmente raggiunto un risultato soddisfacente. “La mia bevanda è probabilmente la prima al mondo del suo genere”, ha detto l’inventore. “Non contiene alcuna caffeina, quindi va bene per coloro che vorrebbero bere caffè durante la notte o durante gravidanza”.

L’odore della bevanda però tradisce quella dell’aglio arrosto, ma l’inventore ci tiene a precisare che non provoca alito cattivo, perché l’aglio è completamente cotto. In ogni caso, uno studio scientifico in passato aveva analizzato quali cibi sono l’antidoto migliore contro “l’alito di aglio”: in questo caso, apparentemente, i suggerimenti dei ricercatori non sono indispensabili.

 

Le news più strane

 

Luca De Stefano

Appassionato del web.

Like & Share

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *