Maria Montessori è stata un’educatrice, pedagogista, filosofa, medico e scienziata italiana, famosa per il metodo educativo che prende il suo nome, utilizzato in migliaia di scuole materne, primarie, secondarie e superiori in tutto il mondo. Inoltre è tra le prime donne a laurearsi in medicina in Italia. Per M. Montessori il bambino è il costruttore dell’uomo, perciò il bambino, durante l’arco del suo sviluppo, deve conquistare la sua indipendenza e diventare un uomo. È da qui che nasce la concezione che il bambino è il padre dell’uomo, cioè che l’adulto è il risultato di uno sviluppo avvenuto nella libertà. 

 

Lo sviluppo del bambino dipende sia dall’ambiente nel quale vive e sia dalla qualità degli insegnamenti che riceve. Il bambino fin alla nascita ha la capacità di apprendere dall’ambiente gli stimoli che sono necessari per il suo sviluppo. La mente del bambino inconsciamente apprende “assorbe” dall’ambiente ciò di cui ha bisogno. Montessori la chiama, per questo motivo, “mente assorbente”, evidenziando che il modo in cui la mente “assorbe” è diverso da quello della spugna, che assorbe l’acqua senza riuscire poi a trattenerla.

La mente del bambino “assorbe” i dati esterni che resteranno per tutta la sua vita e costituiranno la base del sua futura personalità. A ragione di ciò, nel 1907 fonda nel quartiere San Lorenzo a Roma la prima “Casa dei bambini”: una struttura costruita nella quale i bambini si sentano a loro agio e apprendono dall’ambiente stimoli, norme, valori sociali. Tutta la riflessione di M. Montessori si basa sull’idea del bambino come individuo completo, in grado di mostrare una grande creatività ed una prima impronta di regole morali.

 

Fonte : Angela Marrazzo, la rivista “Guida al bebè”

Autore

Angela Marrazzo
Classe 1990, napoletana, laureata all'UniSa in Scienze dell'Educazione e in Scienze Pedagogiche, Docente di Filosofia e Scienze Umane, Educatrice, Pedagogista, Giornalista in carriera e ballerina di Balli Caraibici.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *