Salve a tutti, il mio nome è Burian. No, non sono un giovane attaccante scandinavo, nonostante provenga dal Nord più estremo. Non sono nemmeno un deputato della Lega Nord, partito di cui sarei eletto socio onorario probabilmente. Sono semplicemente quella cosa che vi sta facendo gelare da ieri. Vi ho portato tanta neve. Ma se al Nord Italia è ormai cosa abituale, non lo è certamente qui da voi al Sud. Nel giro di poche ore ero sui profili facebook di tutti voi. Per circa mezza giornata buona, sono stato più famoso io, Burian, che non la questione “Cannabis” sull’isola dei famosi. Certo, ho creato disagi, ma quando mi avete visto, un po’ vi è anche piaciuto. Pensate, sono riuscito a far rinviare Juventus – Atalanta che si sarebbe dovuta giocare nello stadio più tecnologico ed avanzato d’Italia, l’ultimo in ordine cronologico ad essere costruito e dotato anche di sistema di riscaldamento del terreno. E non solo; c’era l’Atalanta in campo, pronta a schierare la mia più acerrima nemica, la Primavera. Poi però mi hanno spiegato che l’allenatore dell’Atalanta intendeva, col termine Primavera, non la stagione ma che semplicemente stava per affrontare i 6 volte consecutivamente campioni d’Italia in carica, mandando in campo il settore giovanile dell’Atalanta. Però in realtà l’ho visto uno che non mi temeva per niente : Mario Mandzukic. Attaccante croato della Juventus, nel mentre che si decideva se giocare o meno, era intento a fare esercizi di stretching indossando la divisa a maniche corte. Semplicemente un folle.
Di questo rinvio, però, ne ha giovato il Napoli. Nella giornata di ieri è andato a Cagliari vincendo con un netto e perentorio 5 a 0. Cosi in classifica ha momentaneamente staccato la Juventus di 4 lunghezze ma naturalmente, adesso, la Juventus ha una gara da recuperare.
In questo weekend mi sono divertito in giro per l’Italia. Mi avevano invitato a Bologna per la partita Bologna – Genoa ma ho preferito non andarci. Ho seguito invece Inter-Benevento, partita vinta dai padroni di casa ma solo nel finale. Ero lì perche, come sapete, a Milano ci passo spesso. Come in tutto il Settentrione. Ma dopo aver visto Ranocchia segnare nella porta giusta, penso che non ci passerò più. Mi ha spiazzato. Certe cose non si fanno. Non senza preavviso almeno.
Domenica invece sono rimasto a letto fino a tardi, mi sono perso Crotone – Spal… era una sfida salvezza, ho deciso di lasciarli giocare tranquilli, essendo una gara delicata. Il Crotone ha perso 3 a 2, uguale a come esattamente aveva perso anche la precedente partita contro il Benevento. Non mi sento di criticare il Crotone perche succede uguale anche a me al fantacalcio… segni 2 gol e magari avresti vinto contro chiunque altro ma sei sfortunato ad incontrare proprio colui che ne fa 3…
A Firenze è finita 1 a 0 tra Fiorentina e Chievo con gol di Biraghi. Simeone, invece, non segna più.
Non segna più nemmeno Belotti. Ed il Torino addirittura cade a Verona per 2 a 1 battuto dall’ Hellas. Mister Mazzarri, che ha sempre dato la colpa alla pioggia, al freddo…per una volta che davvero poteva dirlo avendo ragione, non l’ha detto. Così, non essendo stato menzionato da Mazzarri, mi sono offeso e ho cambiato canale, finendo su Sassuolo – Lazio.
Immobile segna, Berardi espulso, il Sassuolo perde. Era il festival dell’ovvio.
Ho telefonato a Ranocchia dicendogli ” Loro si che sono fedeli alle tradizioni…non tu “
Ma a fare autogol ci ha pensato Silvestre in Sampdoria – Udinese. Fortuna per lui che è successo soltanto dopo che egli stesso aveva fatto gol nella porta giusta e che Duvan Zapata si fosse trasformato in George Weah emulandolo in uno dei suoi gol più celebri. 2 a 1 finale e tutti contenti. A cominciare dal presidente Ferrero ed il suo solito scialle orribile in testa.
Nonostante fossi, come detto, dedito al relax in attesa di colpire lunedì, sono stato costretto ad intervenire alle 18:00 di domenica a Torino. Sono stato provocato.  Prima dall’abuso della parola Primavera da parte di tanti tifosi sui social che leggevano la formazione dell’Atalanta, poi quando si diceva che lo stadio della Juve fosse a prova di neve. Mi sono sentito poco considerato. Mi sono vendicato e sinceramente devo ancora decidere se farli giocare o meno Mercoledì in Coppa Italia.
Quando poi mi hanno spiegato, come dicevo prima, che primavera voleva dire giovani calciatori, mi sono sentito in colpa verso i giovani cosi ho rimediato soffiando in rete i palloni calciati dai giovanissimi Cutrone e Calabria per il successo 0-2 del Milan sulla Roma.
Poi siccome la notte si dice porta consiglio, ho pensato che non fosse giusto che io incida sul campionato di calcio.
Per questo, ieri mattina ho fatto il mio dovere e poi ho deciso di non interferire in quel di Cagliari. Anche perche tutto sommato c’era già il Napoli in veste di uragano che si abbatteva sui sardi. Perchè continuare ad infierire?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *